To top
13 Gen

WHAT ELSE… ALTRE STORIE – L’AMPIO RESPIRO DI UN MAGAZINE TUTTO DA SCOPRIRE

La lettera del direttore è la prima cosa che amo leggere quando apro un giornale. Righe di pensieri, considerazioni, a volte presentazioni, che mi schiudono una porticina su un mondo nuovo da sfogliare, da respirare, in cui poi trovare spunti di riflessione, interessi, entusiasmi e curiosità.

“La democrazia sorride… impertinente… quando nasce un giornale”.
I miei occhi hanno indugiato a lungo su queste parole. Le parole. Le parole dette, taciute, suggerite, pesate, dichiarate. Le parole contano. Le parole scritte ancora di più, le parole scritte testimoniano.

Siamo in un momento storico complicato, sicuramente difficile ma, come sempre accade poi nelle epoche più faticose, ricco di nuovi fermenti. Fucine di talenti, creativi, menti sveglie e propositive danno vita ad idee effervescenti di innovazione e cambiamento. Nascono progetti che sanno di futuro, di rinnovamento e al contempo di ancoraggio a quello che c’è di più vero e più buono, ai valori aggiunti, alla democrazia.
Un team di professionisti d’eccezione, spinti dalla voglia di fare, di immaginare e concretizzare, realizza “What Else… altre storie“, un magazine di ampio respiro che ci racconta altro, ci racconta una visione diversa, nascosta, di personaggi pubblici impegnati nel sociale. Ci racconta di arte, di musica, di luoghi del cuore, ci racconta di moda. Le parole toccano, le immagini vanno oltre lo scatto meccanico di una fotografia ben realizzata, sfiorano corde intime e profonde, suggeriscono emozioni e altre storie. Ed è così che due grandi artisti campani, Federico Salvatore e Vincenzo Pirozzi, condividono la copertina di questo primissimo numero zero, passandosi complici la staffetta, e regalandoci così, un po’ della loro vita e del loro sconfinato amore per il teatro. Editoriali moda, accompagnati da testi suggestivi, ci fanno sognare grazia e bellezza, e una Parigi mozzafiato, ci ricorda che il sogno è sempre lì, dietro l’angolo, pronto ad abbracciarci e a darci speranza.

Un magazine da leggere, dalla prima all’ultima pagina, tutto di un fiato o un po’ per volta, come solitamente amo fare io, lasciandomi accompagnare nel tempo giusto, quello più prezioso, quello che dedico a me stessa e alle cose che amo.

La conferenza stampa, che ha avuto gli stessi toni di convivialità, condivisione, allegria, serietà ed impegno che contraddistinguono lo spirito di questo nuovo magazine, si è tenuta a Napoli, al Grand Hotel Parker’s, che come sempre accoglie i suoi ospiti con classe, eleganza in un ambiente esclusivo e raffinato. Cos’altro aggiungere se non… lunga vita What Else!

What Else è realizzato grazie al direttore responsabile Geppino del Covillo,  il direttore di redazione Nicla Tirozzi, il direttore marketing e rapporti con le istituzioni Paola Anatrella e il direttore artistico e photoeditor Matteo Anatrella.

Per info e contatti: info@whatelsealtrestorie.it

Special Tranks Andrea Carlino Photographer

Love.

Dea.

Dea Caiazzo
1 Comment
  • Sil via

    Questa novità profuma di cultura e bellezza. La carta stampata rimarrà sempre un modo efficace per coccolare il mio tempo libero 🙂

    15 Gennaio 2017 at 23:45 Rispondi

Leave a reply