#INGREDIENTI

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

Sabato 12 ottobre, prima di cena

-Leo, di cosa è fatto l’amore?
-stai scherzando? Che domanda è Nina?

Mi chiedo se almeno una volta, una fottutissima unica volta, ci sia la speranza che lui risponda ad una mia domanda senza farne un’altra di rimando.
-cazzo Leo
esplodo
-di cosa è fatto l’amore? Di attenzione, di rispetto, di gentilezza, di fame, di graffi, di odore di cannella insomma Leo… di cosa è fatto il tuo amore?

Il silenzio sembra scivolare tutto intorno, sento odore di velluto liquido, di fiumi silenti di lava rovente.

E in un attimo le parole, la stanchezza la solitudine affollano la mia mente, mentre me ne sto lì con l’aria fiera, sfrontata e disperatamente amara, di  chi sa che mai più abbasserà la testa, mentre ancora  come una nenia dolente: “non si tratta di tutelare te, quanto di rendere felice lei”.

C’è un momento, un momento preciso in cui capisci che un amore finisce.
Questo magari avviene molto tempo prima che poi di fatto si trovi il coraggio di lasciarsi davvero.
Se ci pensi è così.
Può essere una parola particolarmente dura, un gesto, o semplicemente uno sguardo.
Tu in quel momento sai che è finita.
Poi la paura, i bisogni, la codardia e le meschinità, finiscono per farti perdere un sacco di tempo.
Sì perché alla fine questa vita è l’unico gioco in cui non ripassi dal via.

Viene verso di me, con gli occhi puntati dritti nei miei, che come spade affilate arrivano precise, dritte, spietate, in mezzo al mio cuore.

-Non sono bravo come te con le parole, ma so che da quando ci sei, il mondo è più bello, i colori sono intensi, è come se un fiume di vita mi travolgesse in pieno. La tua luce illumina il mio buio e dannazione, io non so se il profumo è quello della cannella, ma so per certo che è l’unico di cui ho bisogno per respirare.
Che dici adesso… mangiamo?

In un attimo dimentico tutto.
Le paure, le incertezze, i vuoti dell’anima.
È ora di essere felice, di sorridere, di abbassare le difese, di affidarsi.
È ora di qualcosa nuovo, di cambiamento, di rivoluzione.
E sì, tutto sommato poi, ho tanta fame.

Lingerie INTIMISSIMI

Photo Alessandra Galano

Commenta qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *