#IMBUCATA

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

-Non posso entrare ti ho detto. Mi vergogno. Non ho l’invito, e poi, mannaggiallamiseria, sono vestita Zara.
Sabato 2 settembre, intorno alle 12.00

-Ti ho promesso che avrei esaudito tutte le tue fantasie, quindi zitta sorridi e cammina. Ci penso io.
-Amore ti prego. Potresti per una volta sola non prendere alla lettera tutte le cazzate che blatero? Imbucarsi a un matrimonio, è una cosa che va bene nella fantasia, oppure se hai 20 anni, e sfortunatamente adesso non vale né la prima né la seconda opzione… oddio ti prego guarda com’è vestita quella… ma ha un uccello sulla testa?
-Sorridiii
Vedo avanzare un simpatico ometto rubicondo con un gran sorriso stampato sulla faccia:
-I Signori da parte dello sposo o della sposa? Prego vi faccio strada…
Il mio colorito in un battibaleno fa pendant con la blusa
-ehm…
farfuglio
-le chiedo giusto un attimo… avrei necessità della toilette.
Lancio nel frattempo un’occhiataccia a quel demente disadattato, di cui tempo addietro mi sono perdutamente innamorata, e sogno l’asteroide del Buondì Motta che venga immantinente a vendicarmi.
Resto per un po’ chiusa nel bagno, sbirciando le mise delle signore che vengono a sistemarsi il trucco, e consumandomi le mani a forza di lavarmele, nel lussuosissimo bagno di questa location da urlo.
Un solo secondo ho-detto-uno, senza che entri nessuno e me lo ritrovo davanti, sorridente e spettinato.
-Vieni amore ci stanno aspettando per il taglio della torta!
Non lo so cosa mi sia preso, sarà stato il caldo, l’agitazione mista ad una gran voglia di ridere, saranno stati quegli occhi che mi bucano l’anima ai quali non so dire di no, o molto più probabilmente i 3 mohito che ho buttato giù tra una vergogna e l’altra, ma in poco più di qualche istante, e senza alcuna cognizione di causa, mi sono ritrovata a: volteggiare tra le braccia dello zio, del papà, e del fratello della sposa, ingurgitare un numero imbarazzante di chilocalorie, festeggiare il taglio della torta, aprire avidamente lo scatolino della bomboniera per divorarne (come sempre) i confetti, e come se non bastasse scalmanarmi, fosse solo per il puro principio, al lancio del bouquet.
-Allora amore, ti sei divertita?
Sipario.

Fermo immagine

My outfit: Shirt & Skirt Zara – Bag Koan – Shoes Casadei – Sunglasses Fendi

Special thanks mama casa in campagna

Photo Matteo Anatrella

4 Comments #IMBUCATA

  1. Sil via

    Ma quanto mi piace come stai vestita!…
    Però l’idea d’imbucarsi a un matrimonio tutto sommato non mi sembra così male. È un’esperienza che ancora mi manca. Faccio prima un salto da Zara e poi mi organizzo… 😀

    Reply

Commenta qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *